9.00-13.00 / 14.30-18:30

Da Lunedì a Venerdì

Via A. Cechov n.1

20098 San Giuliano Milanese (MI)

0371 1921533

9.00-13.00 / 14.30-18:30

Da Lunedì a Venerdì

Via A. Cechov n.1

20098 San Giuliano Milanese (MI)

0371 1921533

Pratiche edilizie 

(CILA – DIA – SCIA – Permesso di costruire)

Se devi spostare delle pareti (anche se solo in cartongesso) devi presentare una pratica di autorizzazione al comune e poi al catasto. Regolarizzati, non rischiare di perdere le detrazioni fiscali!

Lo Studio Riva è esperto nelle pratiche edilizie e si occupa anche di interventi più importanti come nuove costruzioni, recupero del sottotetto ai fini abitativi, ecc… Opera principalmente in Lombardia ed Emilia-Romagna ed in particolare a Milano e Provincia, Monza e Provincia, Varese e Provincia, Lodi e provincia, Pavia e Provincia,Bergamo e provincia, Torino e provincia, Vercelli e provincia, Arona, Trecate, e nel resto delle località regionali a richiesta. Le principali pratiche edilizie esistenti sono:

Pratica CILA (clicca per vedere i dettagli)

E’ la pratica per le opere di “edilizia libera” che, contrariamente a come vengono definite dal D.P.R 380/01, necessitano comunque della presentazione un titolo edilizio. La C.I.L.A. è una pratica che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (geometra, architetto, ingegnere, ecc…). Rientrano fra le opere autorizzabili con questo titolo edilizio:

  • lo spostamento di pareti interne
  • l’apertura / chiusura di porte
  • tutte le altre opere interne di manutenzione straordinaria che non incidano sulle strutture portanti.

Generalmente la maggior parte delle ristrutturazioni di appartamenti possono essere fatte presentando una C.I.L.A. che consente di iniziare subito l’esecuzione delle opere dal giorno successivo alla presentazione al Comune.

Pratica SCIA (clicca per vedere i dettagli)

La S.C.I.A. è la pratica edilizia che serve ad autorizzare, oltre alle opere già ricomprese nella C.I.L.A., anche interventi sulle parti portanti e sugli esterni delle unità immobiliari. Anche la S.C.I.A consente di iniziare l’esecuzione delle opere in progetto il giorno successivo alla presentazione della pratica al Comune. La S.C.I.A. è una pratica edilizia che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (geometra, architetto, ingegnere, ecc…) in qualità di progettista e prevede anche la nomina di un direttore lavori che possono essere la stessa persona. Per le opere strutturali, serviranno delle verifiche a firma di un ingegnere strutturista. Al termine delle opere sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori” al quale andranno allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni degli impianti.

Pratica DIA (clicca per vedere i dettagli)

Originariamente la D.I.A. (dichiarazione di inizio attività) serviva per autorizzare le opere oggi regolate dalla S.C.I.A., con la differenza di avere come caratteristica principale che per poter iniziare ad eseguire le opere era necessario attendere 30 giorni di silenzio/ assenso del Comune dopo la presentazione. Oggi la D.I.A. esiste come “alternativa al permesso di costruire” e regola le opere come apliamenti, demolizioni parziali e recupero del sottotetto ai fini abitativi.

Permane l’obbligo di attendere 30 giorni di silenzio/ assenso del Comune dopo la presentazione al termine dei quali dovrà essere prodotta comunicazione di “inizio lavori”. La D.I.A. è una pratica edilizia che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (geometra, architetto, ingegnere, ecc…) in qualità di progettista e prevede anche la nomina di un direttore lavori che possono essere la stessa persona. Per le opere strutturali, serviranno delle verifiche a firma di un ingegnere strutturista. Al termine delle opere sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori” al quale andranno allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni degli impianti.

Permesso di costruire P.D.C. (clicca per vedere i dettagli)

La domanda di permesso di costruire è il titolo edilizio che, oltre a ricomprendere le opere autorizzabili con tutte le altre tipologie di pratica, consente anche lavori più importanti quali nuove costruzioni o ristrutturazioni con demolizione / ricostruzione. E’ l’unico titolo edilizio per il quale il Comune, valutate le opere, rilascia un parere (il permesso di costruire). E’ possibile iniziare i lavori a seguito del rilascio del permesso da parte del comune che si esprime nei tempi di legge entro 60 giorni.

Prima di iniziare i lavori sarà necessario produrre opportuna comunicazione di inizio delle opere. Il permesso di costruire una pratica edilizia che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (geometra, architetto, ingegnere, ecc…) in qualità di progettista e prevede anche la nomina di un direttore lavori che possono essere la stessa persona. Per le opere strutturali, serviranno delle verifiche a firma di un ingegnere strutturista. Al termine delle opere sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori” al quale andranno allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni degli impianti.

Oltre ai titoli edilizi già citati, a seconda della tipologia delle opere in progetto e del contesto dove si trova l’immobile, potrebbe essere necessario integrarli con ulteriori pratiche quali autorizzazioni paesaggistiche ed autorizzazione dei beni culturali. Purtroppo queste pratiche integrative comportano il rilascio permessi da parte di enti che hanno tempi di risposta anche di alcuni mesi.

Per i titoli edilizi quali S.C.I.A., D.I.A. e Permesso di Costruire P.D.C. sono spesso necessari alcuni allegati come la relazione di progetto per il risparmio energetico (L. 10/91 e s.m.i.), relazioni sull’acustica, certificazione energetica A.P.E., relazioni strutturali, ecc… Lo studio Riva è in grado di fornire tutto il necessario all’ottenimento dei permessi edilizi grazie alla sua schiera di collaboratori.

pratiche edilizie cila dia scia pdc offerta

ATTENZIONE!

Una volta presentata la pratica edilizia in Comune e terminate le opere, è obbligatorio presentare l’aggiornamento della planimetria catastale!

offerta pratica edilizia aggiornamento catastale milano lodi pavia

L’offerta è relativa alle pratiche necessarie all’autorizzazione di opere di piccola entità come per esempio le ristrutturazioni di appartamenti dove si prevede lo spostamento di pareti interne, ecc… Per altri tipi di opere e per un preventivo personalizzato, ma sempre conveniente, contattare lo studio.

PREZZO CERTO TUTTO INCLUSO

Il prezzo richiesto di 828,50 € include veramente tutto (IVA, tasse, diritti catastali). La tariffa comprende un dettagliato sopralluogo, la raccolta delle indicazioni del cliente e la stesura del progetto, l’elaborazioni dei calcoli, presentazione pratica edilizia e successiva pratica catastale, la consegna di tutto al cliente.

Gli unici ulteriori costi non compresi nella cifra indicata sono:

  • qualora il cliente non passi presso i nostri uffici a ritirare il plico cartaceo della documentazione prodotta a fine incarico, i costi di spedizione a mezzo raccomandata (di solito 10,00 €)
  • i diritti di segreteria per la presentazione della pratica edilizia al Comune di competenza qualora previsti dallo stesso, di solito variano fra i 30 ed i 50 €. A Milano ad esempio, ma anche in molti altri comuni, la presentazione delle C.I.L.A. è gratuita.

Contattaci e potrai parlare con un tecnico fra quelli disponibili in studio al quale potrai spiegare le opere che vorresti realizzare. Nel primo contatto cercheremo innanzitutto di capire se le opere che si intende realizzare sono conformi ai regolamenti vigenti (regolamento edilizio, regolamento d’igiene, codice civile, ecc…).

Verificata la fattibilità del progetto e fugato ogni eventuale dubbio sulla nostra offerta, ti chiederemo di fissare un sopralluogo presso l’immobile per effettuare un accurato rilievo fotografico e plani-volumetrico. Il Giorno del sopralluogo ti sarà richiesto di fornire inoltre i dati / documenti seguenti:

  • carta di identità e codice fiscale di tutti gli intestatari dell’immobile;
  • copia completa dell’atto di provenienza (atto di compravendita, donazione, successione, ecc…);
  • copia di eventuali precedenti pratiche edilizie (qualora disponibili);
  • visura o dati catastali (qualora disponibili)
  • planimetrie catastali (qualora disponibili)
  • per tutte le imprese coinvolte in cantiere (visura camerale, documento unico di regolarità contributiva DURC e carta di identità del legale rappresentante)

Una volta raccolti i documenti ed i dati necessari verrà prodotta la pratica edilizia più adatta al tuo progetto e verrà protocollata al Comune di competenza.

Terminati i lavori produrremo l’aggiornamento catastale e, nei casi previsti, manderemo la comunicazione di “fine lavori” al Comune.

Lo Studio Riva è in grado produrre la pratica edilizia e di metterti in condizioni di iniziare i lavori in una settimana circa dal giorno in cui effettueremo il sopralluogo, o comunque da quando saremo in possesso di tutti i dati e documenti necessari.

Da quando ci avrai comunicato la fine dei lavori, in una settimana circa avremo pronto l’atto di aggiornamento catastale

Ovviamente non è possibile rispettare precisamente le tempistiche prospettate quando si va in contro a periodi di festività locali o nazionali, quando gli enti hanno problemi interni (chiusure sindacali, malfunzionamenti siti, ecc…) o se è necessario ottenere ulteriori permessi da parte di enti specifici (autorizzazione paesaggistica, beni culturali, ecc…). Lo studio Riva cercherà comnque di ridurre gli eventuali ritardi al minimo.

Lo Studio Riva richiede i pagamenti secondo stati di avanzamento della pratica:

  • 30 % come anticipo il giorno del sopralluogo;
  • 40 % successivamente alla presentazione delle pratica edilizia al Comune;
  • 30 % come saldo finale successivamente all’approvazione dell’aggiornamento catastale.

Una volta ultimata la pratica, lo Studio Riva prepara un plico che rappresenta la copia cliente di tutta la documentazione prodotta nello svolgimento dell’incarico. Il cliente può entrare in possesso del detto plico nelle seguenti modalità:

  • ritiro gratuitamente su appuntamento concordato presso una delle nostre sedi;
  • spedizione del plico a mezzo pacco / posta raccomandata all’indirizzo desiderato dal cliente (in italia) per un costo di 10,00 €.

E’ bene specificare che per effetto del decreto “sblocca Italia” (decreto legge n. 133 del 12 settembre 2014 coordinato con la Legge di 11 Novembre 2014 n. 164) nei casi in cui le modifiche apportate all’immobile originino la necessità di aggiornare la banca dati catastale, l’operazione sarà onere del comune successivamente alla comunicazione di fine lavori. Dato che la maggior parte delle amministrazioni comunali non si è ancora adoperata a ciò, per offrire un servizio migliore (soprattutto in termini di tempistiche), lo Studio RIva offre incluso nel prezzo anche l’aggiornamento catastale. Se il cliente o il comune impongono che sia quest’ultimo a dover aggiornare il catasto, il prezzo totale dell’offerta rimane invariato.

RISTRUTTURAZIONI E DETRAZIONI FISCALI

Attenzione alla sicurezza in cantiere. Si ricorda che in caso di detrazioni fiscali, la mancata notifica preliminare (obbligatoria con 2 o più imprese) causa la perdita delle stesse. In presenza di due o più imprese è inoltre obbligatorio il coordinamento della sicurezza (D.lgs 81/08).

NON RISCHIARE DI PERDERE LA DETRAZIONE FISCALE… 

Visita l’apposita sezione del sito sul coordinamento sicurezza cantieri cliccando QUI oppure contattaci per maggiori info.

offerta pratica edilizia aggiornamento catastale milano lodi pavia

VISTI ANCHE IN TV

Anche la trasmissione Mediaset “Le Iene” ci ha scelto come consulenti

per vedere il servizio clicca QUI

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi